.
Annunci online

uominiocaporali

Concerti 3x2

CAPORALI 21/9/2008

Qualche mese fa vengo contattato dai responsabili di una piccola associazione concertistica bolognese, di quelle che hanno resistito ( e, col senno di poi ho capito anche come!) alle varie ondate di tagli alla voce cultura  delle amministrazioni locali, per prendere parte a tre concerti da camera della loro stagione, nel periodo luglio-agosto.

Gli accordi preliminari, come al solito, li prendiamo per telefono ( ho gia’ collaborato con loro in passato) in attesa di e-mail di conferma anche del compenso.

Alla vigilia del terzo concerto, non avendo avuto altre notizie durante l’effettuazione dei primi due, chiedo, via e-mail, quale sara’ la cifra totale liquidata, così, per curiosità. Mi viene comunicata una cifra ( che per delicatezza non faccio ) tale da farmi rispondere, testualmente : “ pero’, per tre concerti xxx euro mi sembrano pochini”. 

Qui capisco il “misunderstanding”, come lo chiama il responsabile xxx.

Provo a spiegare. 

Il primo concerto, quintetti di Brahms e Schumann, ha un cachet xxx.

Il secondo e il terzo, quartetti di Mozart, hanno una cifra, quella comunicatami all’epoca della telefonata, inferiore del 40% circa.

Vabbe’, pensai io, in compenso è da moltiplicare per due concerti, e’ ancora accettabile

Macche’ ! Quella era la cifra totale!!  

Al di la’ della questione personale ( che, giustamente, a chi legge interessa relativamente ), mi preme analizzare l’idea che recano queste persone che, alla fin fine, “gestiscono la musica” in Italia perchè, curiosamente, non differisce affatto, nella sostanza, dai discorsi sentiti in vent’anni da i Direttori Artistici di varie orchestre italiane.

A tale scopo riporto brani della e-mail ricevuta dall’xxx di cui sopra.

“...volevo solo chiarire il punto relativo al compenso.

Si tratta fondamentalmente di 4 giorni di lavoro dei quali 2 dedicati ad una ripresa di programma (anche se certamente impegnativo) come i quintetti e 2 con un programma decisamente più agile(i 4 quartetti per flauto e archi di Mozart n.d.r.), con una prova di un paio d'ore con esecuzione ed una esecuzione senza prova. Il compenso, che nella media dei 3 concerti diventa di oltre xxx euro giornalieri, e che ampiamente si allinea ai compensi dei teatri che meglio pagano, non solo è a nostro avviso più che equo (e non solo visti i tempi), ma ti era stato peraltro comunicato anche via mail al momento della conferma degli impegni.”

 Cioe’, prima mi chiamano, praticamente come libero professionista, proponendomi il compenso per il concerto, poi mi contano le giornate di lavoro. Allora mettano pure in conto le giornate di studio che mi son servite per arrivare preparato alle prove ( ho pure questa bizzarra abitudine, che ci volete fare), anzi, già che ci sono, contino anche gli anni di studio e di esperienza che mi son serviti a garantire questo livello di esecuzione , altrimenti, perchè non si sono rivolti a un violista dilettante? In fondo, come dice Mr.xxx, i Quartetti di Mozart sono “ decisamente più agili ”.

Inoltre.

Punto primo: ho più volte controllato le caselle di entrambi i miei indirizzi e di e-mail confermative del compenso, neanche l’ombra.

Punto secondo: vorrei essere io a decidere se il mio compenso e’ equo oppure no, altrimenti rifiuto e amici come prima.

Punto terzo: per quel che riguarda l’allineamento ai teatri, non se ne vede il nesso, essendo tutt’altro il contesto.

Insomma, siamo alle solite: questa gente, ripeto, non dissimile da una gran parte di “manager musicali” in Italia ( vedi Maghenzani ), dimostra una logica da “fabbrichetta brianzola”, “ tanti pezzi alesati, tanto guadagno” che con i musicisti ha ben poco a che vedere; una mentalita’ che ha contribuito fortemente a portare, in ultima analisi, all’impoverimento, in tutti i sensi del lavoro musicale in Italia.            

                                                                                                      Enrico Celestino







permalink | inviato da donquixote65 il 21/9/2008 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Video

UOMINI 6/9/2008















Interventi di Marco Lillo e Marco Travaglio alla presentazione di "Bavaglio" al Teatro Vittoria a Roma.




permalink | inviato da donquixote65 il 6/9/2008 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa