Blog: http://uominiocaporali.ilcannocchiale.it

Flaviotrasportati

 

Deve aver ripensato l’altra sera, Flavio DelBoldi, a quando, lo scorso settembre, si presentò al primo incontro da sindaco di Bologna coi sindacati del teatro, sottobraccio al Sovrintendente più deficitario ( in tutti i sensi ) e conflittuale della storia del Comunale, proclamando la piena fiducia nel suo operato e dando quindi uno schiaffo a quanti si lamentavano della gestione di Tutinkamen.

Che fatica dev’essere stata, per Cipollino Delbono, dover coprire politicamente il fallimento di Cofferati nel nominare un Sovrintendente capace in un paio d’anni di portare un teatro prestigioso, invitato ai maggiori festival internazionali, allo sfascio, negando l’evidenza dei fatti, fino a fare l’ultima figuraccia, rimediata per aver prontamente eseguito una meschina vendetta per conto terzi ( Tutino, of course ) nei confronti dell’Orchestra del Comunale.


Dopo il rifiuto dei lavoratori a continuare a trattare con un soggetto definito dall’assemblea come inaffidabile, immaginiamo Tutino, come i cattivi dei fumetti, nel suo studio con la nuvoletta sulla testa, pensare a quale carognata ordire per continuare l’opera di smantellamento del Teatro Comunale di Bologna, segnatamente delle masse artistiche, dell’orchestra soprattutto.

Trovato! 

Come già accaduto per Cofferati ha pensato bene di mandare avanti l’apposito Presidente della Fondazione, che a lui, Marco, gli scappava da ridere, a dichiarare che la disdetta della convenzione era legittimata dal fatto che la Filarmonica "si era resa responsabile di gravi inadempienze, proponendosi di fatto come concorrente del Teatro Comunale e organizzando una vera e propria stagione sinfonica parallela a quella ufficiale del Comunale". Parola di Flavio Delbono! 

Ora, dovendo revocare la disdetta, la sua faccia somiglierà più a quella in alto a sinistra.

Bestia che figura!!


Pubblicato il 19/11/2009 alle 0.1 nella rubrica CAPORALI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web